“L’emigrazione è la miglior scuola di dialettica. I profughi sono…

…i dialettici più perspicaci. Sono profughi in seguito a cambiamenti e il
loro unico oggetto di studio è il cambiamento.”

(Bertolt Brecht)

Cari amici,
per gli allievi attori dal 2 marzo presso il Teatro Primo studio in via Watt, 5 a Milano è in partenza L’opera magnifica un viaggio diretto verso il pianeta Bertolt Brecht. Al centro del lavoro lo “straniamento” ovvero l’attitudine alla distanza, all’osservazione capace di scagliare oltre i confini della quotidianità l’approvato senso comune, fino a renderlo inconsueto e straordinario. Un’indagine sui testi, le partiture interpretative attraverso cibo, denaro, attrazione e repulsione nei confronti della città, di tutto ciò che è noto ma proprio perché è noto diventa ignoto. Vi aspetto.

State felici! Monica